olio portoghese

Olio portoghese

La storia dell’oliva e dell’olio nella penisola iberica precede di gran lunga la nascita del Portogallo. Sul territorio odierno del Portogallo esistevano ulivi, olive e olio già ai tempi dei Romani e molto probabilmente nell’Età del Bronzo. Gli ulivi vivono migliaia di anni tanto che in Algarve esiste ancora un olivo di 2000 anni. Degli ulivi coltivati oggi in Portogallo, circa quattro quinti appartengono alla varietà galega. Il carattere distinto dell’olio portoghese si deve pertanto alle olive galeghe. Esistono 7 regioni a Denominazione di Origine Protetta (DOP) che producono rispettivamente: l’olio di Moura, l’olio di Trás-os-Montes, l’olio di Ribatejo, gli oli del nord Alentejo, l’olio di Beira Alta, l’olio di Beira Baixa e dell’interno dell’Alentejo. Nella cucina portoghese, le olive da tavola sono importanti quanto l’olio in tutto il paese.

[Gourmet portoghese]