Varietà di vino portoghese

In Portogallo, come in Europa, sono state usate diverse varietà di uva della Vitis vinifera. Dalla fine del XIX secolo, per combattere la filossera, è stata introdotta una varietà americana come vite produttrice in cui sono state innestate le varietà portoghesi. La stessa varietà di uva ha prodotto vini diversi a seconda della regione di coltivazione. Fra le principali varietà bianche portoghesi ricordiamo: Alvarinho, Loureiro, Arinto, Encruzado, Bical, Fernão Pires, Moscatel e Malvasia Fina. Fino a poco tempo fa, con eccezione delle varietà Alvarinho e Moscatel, era difficile trovare vini bianchi di una sola varietà. Per tradizione, infatti, si uniscono più varietà bianche. Dal 1990 si è registrato un calo nel consumo dei vini bianchi cui è corrisposto un aumento della richiesta delle varietà rosse.
Fra le principali varietà di vino rosso portoghese ricordiamo: Touriga Nacional, Tinta Roriz (o Aragonês), Baga, Castelão, Touriga Franca e Trincadeira (o Tinta Amarela). Rimane aperta la questione relativa al consumo delle varietà portoghesi rispetto a quelle estere. Infatti, molti mercati stranieri continuano a privilegiare i vini più conosciuti, come il Cabernet Sauvignon, rispetto alle varietà portoghesi meno note.

[vino portoghese]